viaggiare aereo sordita consigli

Viaggiare in aereo con una perdita dell’udito: i consigli

Gael Hanna è una blogger, editor e scrittrice per hearinghealthmatters.org, dove racconta con ironia e passione la sua perdita dell’udito nelle varie situazioni di vita quotidiana. Questa volta si è dedicata ai viaggi in aereo e alla sua esperienza negli aeroporti.

“Avete notato l’aspetto ansioso delle persone in aeroporto? Con sguardi che vanno dalla lieve preoccupazioe al panico vero. Si muovono nell’aeroporto affollato e pieno di persone che sembrano come loro, ma non sono come loro. Anch’io ho sfoggiato quello sguardo quando ho viaggiato da sola.”

Tra i motivi più comuni di ansia nelle persone che viaggiano in aereo ci sono la preoccupazione di non essersi alzati in tempo, di non avere i documenti di viaggio adeguati, i germi, gli annunci in altre lingue, le file per i controlli di sicurezza o anche il semplice fatto di osservare persone agitate che si affrettano.

Le persone con problemi di udito hanno ulteriori difficoltà, come il rumore di fondo intenso e incessante e gli annunci in qualsiasi lingua.

“Da anni noi persone ipoudenti chiediamo una segnaletica migliore in tutto l’aeroporto che ci permetta di leggere ciò che viene annunciato. Il problema è stato risolto in parte con la tecnologia. Sullo smartphone ricevo dalla mia compagnia i messaggi che mi avvisano a che ora imbarcarmi o, più spesso, che il volo è in ritardo. Ne sono grata perché una volta, prima che gli avvisi sul telefono fossero la normalità, arrivavo in aeroporto troppo troppo presto. Una volta mi sono lasciata coinvolgere da un libro, ho perso la cognizione del tempo e non ho sentito l’annuncio che mi chiamava, piuttosto insistentemente. Alla fine sono arrivata al gate in preda al panico e ho dovuto sopportare sguardi infieriti mentre salivo a bordo perché il volo era in ritardo per causa mia!”

“Ma c’è un trucco infallibile per volare con la perdita dell’udito. Siamo noi, i passeggeri, ad averla. Per un viaggio meno stressante, dobbiamo auto identificarci e poi segnalare le nostre esigenze. Ecco un esempio di quello che dico di solito: (mostrando la carta d’imbarco): Salve! Ho una profonda perdita dell’udito e non sento gli annunci, soprattutto quelli di imbarco. Può aiutarmi?”

“Chi può rifiutare una richiesta così chiara di assistenza? La risposta abituale che ricevo è: Non c’è problema, vuole imbarcarsi in tempo? Si sieda lì e verrò a prenderla. Rispondo con gratitudine e mi siedo dove indicato. A quel punto succedono tante cose divertenti. Una volta guardavo quell’assistente come un raggio laser, ma non potevo continuare a farlo e a controllare le mie e-mail. Ora ho fiducia nel fatto che non sarò dimenticata. Qualcuno viene sempre a cercarmi.”

“Questa situazione si è verificata più di una volta nel corso della mia carriera di viaggiatrice solitaria. Se da una parte sono grata, dall’altro cerco gentilmente di sfatare i miti sulla perdita dell’udito: Non sono cieca, non uso il linguaggio dei segni, posso camminare senza aiuto e ho iniziato a parlare molto presto.”

“In un recente viaggio, i miei voli erano stati prenotati per me e la compagnia aerea era stata informata della mia sordità, come dovremmo fare tutti quando prenotiamo i nostri voli. Mi sono imbarcata e un assistente di volo mi ha accompagnato al mio posto e mi ha chiesto quali fossero le mie esigenze. Ho spiegato che non sento gli annunci – ma non sarebbe bello poterli leggere sullo schermo davanti a me? – ditemi solo come accedere al Wi-Fi, se ci sono turbolenze in arrivo o problemi più seri e ci vediamo all’altro capo.”

“Viaggiare è un piacere, ma ci sarà sempre qualche elemento di stress. Controllo il passaporto un milione di volte e ho sempre il sospetto che qualcuno abbia dimenticato di dirmi qualcosa di importante. Ma sono fatta così: una viaggiatrice abituale con perdita dell’udito che non ha intenzione di perdere occasioni.”

Articolo originale pubblicato su hearinghealthmatters.org


Immagine di copertina: wavebreakmedia_micro – Freepik

VUOI RICEVERE I NOSTRI AGGIORNAMENTI?

Iscriviti alla nostra newsletter. Ogni mese news su sordità e apparecchi acustici. E niente spam!

Per consentirci di inviarti le nostre newletter mensili, per favore seleziona il box sottostante.


Redazione

La redazione di sordita.it è composta da redattori, dottori che ogni giorno si confrontano con i problemi della sordità, costantemente aggiornati sulle novità dei prodotti e della ricerca.

Lascia un commento

© Sordità.it - L'informazione sulla sordità e problemi di udito
gestito da Del Bo Tecnologia per l’ascolto | P.IVA 01189420050 | Powered by 3Bit