anziani apparecchi acustici vacanza

Porta in vacanza con te gli apparecchi acustici: le cose da non fare

Green pass e vaccinazioni consentono maggiori possibilità di movimento e ritorna la voglia di viaggi e vacanze. Ben 11 milioni in più dello scorso anno sono gli italiani che si concederanno una vacanza, secondo la ricerca realizzata per Robintur Travel Group.

Che il viaggio sia in auto, aereo o treno i portatori di apparecchi acustici non devono lasciarsi scoraggiare perché bastano pochi piccoli accorgimenti per godersi la vacanza in serenità e senza preoccupazioni.

In aereo

Ai controlli con metal detector non è necessario rimuovere gli apparecchi acustici e non è necessario avvisare il personale che li si indossano. Sono talmente piccoli da essere ininfluenti nei controlli.

In aeroporto potrebbe essere faticoso prestare attenzione a tutti gli annunci che vengono trasmessi dagli altoparlanti relativi ad arrivi e partenze. Se viaggiate da soli potete chiedere aiuto al personale di terra oppure consultare gli schermi che riportano tutte le informazioni essenziali.

Anche a bordo non è necessario rimuovere o spegnere i propri apparecchi acustici e nemmeno avvisare il personale di bordo del proprio deficit. Solo se ci si sente più sicuri si può contattare una hostess e chiedere di essere assistito e di essere avvisato in caso di annunci importanti.

Al mare

Anche se la maggior parte degli apparecchi acustici sono resistenti all’acqua bisogna sempre rimuoverli prima di fare un bagno o una doccia. Spesso sono talmente piccoli e leggeri che ci si dimentica di indossarli, rischiando di perderli per un tuffo al mare.

Anche la salsedine è nemica degli apparecchi, quindi bisogna cercare di tenerli sempre puliti e asciutti e riporli in un luogo sicuro quando non indossati. Nel caso cadano in mare o in acqua, meglio risciacquarli con acqua dolce e asciugarli magari con un phon freddo.

In albergo

Come in tutti gli ambienti nuovi bisogna ritrovare i propri spazi dove riporre oggetti ed effetti personali. Fuori dalla routine quotidiana si può rischiare di lasciare gli apparecchi acustici in luoghi non adeguati come in bagno, sopra un asciugamano con il rischio che possano andare perduti o finire nell’immondizia.

Il consiglio è di individuare subito un luogo dove riporre gli apparecchi acustici e non modificarlo mai e portarsi da casa un piccolo contenitore dove custodirli.

Da non dimenticare

Come tutti i dispositivi elettronici, anche gli apparecchi acustici quando sono scarichi sono inutilizzabili. Quindi che funzionino con pile usa e getta o con un caricatore, non dimenticate mai di caricarli tutte le sere per non trovarvi con gli  apparecchi scarichi nel bel mezzo della vacanza.

Chi usa le pile usa e getta è bene che porti un set di batterie in più per non rischiare di rimanere senza.


Foto di copertina: gpointstudio – www.freepik.com

VUOI RICEVERE I NOSTRI AGGIORNAMENTI?

Iscriviti alla nostra newsletter. Ogni mese news su sordità e apparecchi acustici. E niente spam!

Per consentirci di inviarti le nostre newletter mensili, per favore seleziona il box sottostante.


Redazione

La redazione di sordita.it è composta da redattori, dottori che ogni giorno si confrontano con i problemi della sordità, costantemente aggiornati sulle novità dei prodotti e della ricerca.

Lascia un commento

© Sordità.it - L'informazione sulla sordità e problemi di udito
gestito da Del Bo Tecnologia per l’ascolto | P.IVA 01189420050 | Powered by 3Bit