Ragazza cinese non sente più la voce del fidanzato

Non sente più la voce del fidanzato. Lo strano caso di una ragazza cinese

Confessi chi non ha mai sognato di svegliarsi una mattina e di non sentire più la voce del compagno o della compagna che si lamenta di come ha dormito male?

Strano ma vero, questo è accaduto a una ragazza cinese – riporta il Daily Mail – che una mattina si sveglia e non riesce più a sentire la voce del fidanzato che nella sua testa deve esserle apparso come un pesce in un acquario. Accompagnata al pronto soccorso è stata visitata da una dottoressa, la cui voce percepiva benissimo.

Cosa è dunque successo a Miss Chen? Il fenomeno viene definito Reverse Slope Hearing Loss, cioè perdita uditiva con curva inversa, proprio perché è un evento esattamente opposto alla tradizionale perdita uditiva dovuta all’invecchiamento.

Infatti con l’avanzare dell’età si tendono a non percepire più i toni alti, come i cinguettii degli uccelli, le suonerie acute dei cellulari, il suono di un violino, mentre si continuano a percepire i toni più bassi, come le voci maschili, i suoni delle percussioni o il brusio del frigorifero.

Invece la ragazza continuava a sentire normalmente tutti i toni alti come la voce della dottoressa che l’ha soccorsa, ma era completamente sorda ai toni bassi come la voce dell’assistente uomo della dottoressa e quella del fidanzato. La ragazza aveva lamentato nausea e mal di testa la sera precedente e la mattina successiva si era svegliata con questo strano sintomo.

Ma cos’è la Reverse Slope Hearing Loss (RSHL) e quali sono le cause?

La perdita uditiva più comune, come anticipato, è appunto quella caratterizzata dalla perdita della capacità di percepire i suoni alle frequenze più elevate. Queste frequenze corrispondono alle note alte o alle voci acute. Quando qualcuno nota per la prima volta questo tipo di perdita dell’udito, di solito ha difficoltà a sentire le voci femminili o quelle dei bambini e ha difficoltà a comprendere le conversazioni in TV o al cinema.

Poiché questo particolare tipo di perdita dell’udito non influenza le frequenze più basse, ma influisce sulle frequenze medie e alte, ha una forma ben precisa nell’audiogramma, la rappresentazione grafica dei risultati del test dell’udito. Il grafico infatti si inclina rapidamente verso il basso a partire dall’angolo in alto a destra, proprio come una pista da sci.

Nella Reverse-Slope Hearing Loss, l’audiogramma ha invece una forma esattamente opposta. Parte da valori minimi nella parte in basso a sinistra per alzarsi verso la parte in alto a destra, da qui il nome Perdita Uditiva a Pendenza Inversa.

Audiogramma di una perdita uditiva da invecchiamento

Audiogramma di una perdita uditiva da invecchiamento

Audiogramma della Reverse Slope Hearing Loss

Audiogramma della Reverse Slope Hearing Loss

 

La RSHL è un fenomeno raro e colpisce solo 3.000 persone negli Stati Uniti e in Canada. Vale a dire che per ogni 12.000 casi di perdita dell’udito, solo una persona ha la RSHL. Le cause possono essere varie. Può avere un’origine genetica o può essere dovuta a malattie che colpiscono le cellule ciliate. Altre cause sono quelle virali, la sindrome di Meniere o la variazione della pressione dell’endolinfa, il fluido nell’orecchio interno.

Insomma ciò che è capitato alla signorina Chen è un caso assai raro. È più probabile che un meteorite cada sulla terra che una persona venga colpita ancora da questa strana perdita uditiva selettiva.


Fonti:
Daily Mail – Audiology Hears