Apparecchi acustici economici: ecco perché non sceglierli

Ti è mai capitato di imbatterti nella pubblicità di un apparecchio acustico che costa poche centinaia di euro? Ti sei mai chiesto come è possibile, quando i principali produttori li vendono a un prezzo dieci volte superiore. Ma funzionano davvero? Ecco qualche risposta.

In realtà non si tratta di apparecchi acustici, ma di amplificatori acustici. La differenza non è solo nel nome, ma soprattutto nelle funzioni.

Gli amplificatori acustici

Da poco sono disponibili anche in Italia gli amplificatori acustici in vendita per poche centinaia di euro su internet o in farmacia. La domanda che molti utenti si pongono è: perché mai dovrei acquistare un apparecchio acustico sopportando un costo di migliaia di euro quando con 200 euro entro in possesso di un amplificatore?

In realtà si tratta di due prodotti molto diversi. Gli amplificatori sono prodotti standard, amplificano in maniera uniforme tutti i suoni, compresi i rumori di sottofondo. A parte una rotella per la regolazione del volume, tutto il resto non può essere personalizzato alle esigenze audiologiche del paziente e anche alla morfologia del suo orecchio.  Non esiste una sordità uguale all’altra e l’adattamento personalizzato è una condizione indispensabile per la qualità di ascolto e la soddisfazione d’uso. Inoltre gli amplificatori sono realizzati con materiali standard che, con il sudore o semplicemente con l’utilizzo quotidiano, tendono a deperire rapidamente.

L’amplificatore può andare bene per un uso sporadico in ambienti silenziosi. Infatti non essendo regolato alle esigenze del paziente, amplifica indiscriminatamente le parole e i disturbi ambientali creando un notevole fastidio all’orecchio negli ambienti rumorosi.

Inoltre gli amplificatori acustici non devono sottostare ad alcuna regola o normativa del Ministero della Salute e non sono classificati come dispositivi medici.

Gli apparecchi acustici

Gli apparecchi acustici al contrario sono dispositivi medici a tutti gli effetti e sono costruiti secondo norme e direttive dell’Unione Europea e approvati dal Ministero della Salute. Vengono prescritti da uno specialista che consiglia l’apparecchio acustico migliore in base alle esigenze e allo stile di vita del paziente e vengono applicati da un tecnico audioprotesista certificato.

Gli apparecchi acustici, infatti non sono tutti uguali. ne esistono di diverse forme e funzioni. Esistono apparecchi acustici intrauricolari che si posizionano all’interno del canale uditivo o i retroauricolari dietro al padiglione auricolare. Gli apparecchi possono essere ricaricabili o alimentati a batterie usa e getta e sono dotati di diverse funzioni personalizzabili.

I sofisticati circuiti digitali e i microfoni direzionali dell’apparecchio acustico sono in grado di “estrarre” la voce dal rumore ambientale, ammortizzando i suoni troppo forti oltre a tutte le funzionalità di streaming che consentono di ricevere nei propri orecchi telefonate o musica dal proprio telefono, tablet, pc o tv.

VUOI RICEVERE I NOSTRI AGGIORNAMENTI?

Iscriviti alla nostra newsletter. Ogni mese news su sordità e apparecchi acustici. E niente spam!

Per consentirci di inviarti le nostre newletter mensili, per favore seleziona il box sottostante.


Redazione

La redazione di sordita.it è composta da redattori, dottori che ogni giorno si confrontano con i problemi della sordità, costantemente aggiornati sulle novità dei prodotti e della ricerca.

Lascia un commento

© Sordità.it - L'informazione sulla sordità e problemi di udito
gestito da Del Bo Tecnologia per l’ascolto | P.IVA 01189420050 | Powered by 3Bit