fbpx
rumori natale che fanno male all'udito

Cinque suoni delle feste che potrebbero danneggiare il tuo udito

Le festività portano spesso con sé un senso di gioia e di voglia di festeggiare. Aumentano le occasioni sociali con amici, parenti, colleghi. Anche le strade si riempiono e si fanno sempre più chiassose e il nostro udito è stimolato in continuazione.

L’esposizione breve a un rumore forte può causare danni temporanei all’udito, mentre un’esposizione prolungata può causare danni a lungo termine, fino alla perdita dell’udito. Ma con un po’ di informazione e educazione alla salute del proprio udito ci si può prendere cura di uno dei sensi più delicati, quanto importante.

>> Leggi anche ‘Impara a distinguere i suoni buoni da quelli cattivi’

Per questo gli audiologi hanno elaborato una serie di consigli per godersi le feste e proteggere il proprio udito.

I suoni delle feste più pericolosi, secondo gli audiologi

La capacità di sentire si basa su un sistema delicato che può essere compromesso da una serie di fattori e comportamenti sbagliati. La perdita dell’udito indotta dal rumore può derivare anche da una singola esposizione a un rumore molto intenso, se a distanza ravvicinata.

L’esposizione prolungata a rumori forti può anche danneggiare l’udito in modo permanente o causare una perdita uditiva neurosensoriale (il tipo più comune di perdita uditiva). Sebbene la maggior parte delle perdite dell’udito indotte dal rumore si verifichino in ambito lavorativo, anche nei periodi di svago, come durante le feste natalizie le continue fonti sonore possono causare dei danni.

Ecco le più comuni:

1. Giocattoli per bambini

Oltre a essere a volte particolarmente fastidiosi, i suoni dei giocattoli molto rumorosi possono essere anche pericolosi prima di tutto per i bambini. Molti genitori non si rendono conto che alcuni giocattoli possono danneggiare l’udito dei loro figli. I giocattoli con sirene, effetti sonori forti e strumenti musicali possono raggiungere livelli di decibel pericolosamente elevati. Alcuni giocattoli possono addirittura superare i 100 decibel, quando il livello di sicurezza dovrebbe essere impostato sotto gli 80 decibel.

Quando si acquista un giocattolo bisogna leggere attentamente le etichette e scegliere giocattoli con volume regolabile o che emettano suoni massimi al di sotto degli 80 decibel. I genitori, i nonni devono prestare attenzione al livello di decibel prodotto da articoli come i megafoni giocattolo e da altri giocattoli musicali.

2. Fuochi d’artificio

Un classico delle feste sono i fuochi d’artificio, colorati e scenografici. Ma se possono essere una gioia per gli occhi non lo sono altrettanto per gli orecchi. Il rumore che emettono è spesso pericoloso soprattutto a distanza ravvicinata. Anche una breve esposizione può causare danni immediati e permanenti all’udito.

Una singola esplosione di fuochi d’artificio può raggiungere i 150 decibel, ovvero un volume superiore a quello di un colpo di pistola. Chi assiste agli spettacoli pirotecnici dovrebbe indossare protezioni per le orecchie e tenersi a distanza di sicurezza per salvaguardare l’udito.

3. Musica, concerti ed eventi

Durante le feste, la musica natalizia risuona ad alto volume anche in molte strade. Ma i pericoli reali vengono dai concerti e dalla musica ad alto volume.

Se partecipate a un evento natalizio dove il rumore è elevato, cercate di non avvicinarvi troppo agli altoparlanti e se potete allontanatevi regolarmente dalla fonte di rumore. Usate tappi per le orecchie o protezioni acustiche. Una regola empirica, ma sempre valida, è quella che se non si riesce a sentire qualcuno a un metro di distanza, la musica è troppo alta!

Anche la durata dell’esposizione è altrettanto importante. Quando si parla di rumore, non è importante solo quanto è forte il suono, ma anche quanto a lungo lo si ascolta a quel livello. Anche se i concerti non sono così rumorosi come i fuochi d’artificio, spesso durano più a lungo e creano una sollecitazione costante e continua.

4. Raffreddori e mali di stagione

L’aumento della socializzazione comporta l’inevitabile probabilità di prendere un raffreddore o un’influenza, che possono rappresentare non solo un imprevisto ma anche un rischio per la salute degli orecchi. E così può verificarsi un udito ovattato, sinusiti, infezioni e otiti. Le infezioni respiratorie, tra le altre cose, possono anche aumentare il rischio di perdita neurosensoriale dell’udito.

Per evitare il diffondersi delle infezioni è necessario utilizzare alcune semplici precauzioni. È sufficiente lavare frequentemente le mani, disinfettare le superfici, evitare gli stress che aumentano il rischio di infezioni, restare al caldo e proteggersi dagli sbalzi di temperatura.

5. Fare bricolage

Le vacanze sono anche il periodo dell’anno in cui ci si dedica a piccoli progetti fai-da-te. Mentre qualcuno si limita a utilizzare cartone e colla, altri armeggiano con attrezzi come trapani, avvitatori e seghe elettriche. Questi utensili, specie se non di ultima generazione, emettono suoni a volte anche particolarmente elevati.

Indossate sempre protezioni per gli orecchi quando usate utensili elettrici rumorosi come trapani, seghe o levigatrici per evitare danni anche permanenti all’udito.

Come proteggere la salute dell’udito durante le feste

Pensare anche all’udito durante le feste potrebbe essere l’ultima preoccupazione. Fortunatamente, salvaguardare la salute dell’udito è facile con poche piccole semplici raccomandazioni. La prevenzione consiste nel tenersi a distanza di sicurezza dai fuochi d’artificio o dagli altoparlanti durante gli eventi e nel non regalare giocattoli rumorosi.

I suoni a cui si deve fare attenzione sono quelli che superano gli 80 decibel che se ascoltati per un periodo prolungato possono causare danni permanenti all’udito. Lo smartphone può essere un valido alleato: ci sono infatti decine di app che misurano il rumore ambientale. È sufficiente installare un’app per misurare il livello di rumore e capire se il volume è troppo alto.

Se possibile e quando è necessario è bene dotarsi anche di tappi per gli orecchi o protezioni auricolari per salvaguardare l’udito quando il rumore è troppo alto e non avete la possibilità di allontanarvi.

Quando e come considerare gli apparecchi acustici

Anche se la perdita dell’udito può verificarsi all’improvviso, più spesso è un processo graduale dovuto all’invecchiamento. Non è sempre facile capire quando è il momento di intervenire e di acquistare una protesi acustica.  

I segni di perdita dell’udito più comuni includono:

  • la necessità di guardare la televisione o di ascoltare la musica a un volume più alto del solito;
  • non essere in grado di sentire chiaramente una persona o pensare che stia borbottando durante un normale dialogo;
  • la necessità che la moglie o il marito o un’altra persona cara faccia da “interprete” durante le conversazioni o le telefonate.

Gli esperti concordano sul fatto che chiunque abbia difficoltà a capire o a seguire le conversazioni dovrebbe sottoporsi a un test dell’udito. La perdita dell’udito si articola in uno spettro che va da lieve a profonda, e anche le persone con una perdita uditiva lieve possono trarre beneficio dagli apparecchi acustici.

Trovare gli apparecchi acustici giusti

Un audioprotesista è un valido alleato e un professionista in grado di consigliare l’apparecchio acustico migliore in base al proprio stile di vita. L’audioprotesista può anche aiutare una persona a scegliere la tecnologia e il dispositivo più adatto alle sue esigenze specifiche. I principali produttori di apparecchi acustici producono dispositivi di alta qualità e diversi stili. Ognuno può avere preferenze in termini di caratteristiche come la connettività Bluetooth, le capacità di riduzione del rumore o la compatibilità con il telefono cellulare con un dispositivo iOS o Android.

VUOI RICEVERE I NOSTRI AGGIORNAMENTI?

Iscriviti alla nostra newsletter. Ogni mese news su sordità e apparecchi acustici. E niente spam!

Per consentirci di inviarti le nostre newletter mensili, per favore seleziona il box sottostante.


Redazione

La redazione di sordita.it è composta da redattori, dottori che ogni giorno si confrontano con i problemi della sordità, costantemente aggiornati sulle novità dei prodotti e della ricerca.

Lascia un commento

© Sordità.it - L'informazione sulla sordità e problemi di udito
gestito da Del Bo Tecnologia per l’ascolto | P.IVA 01189420050 | Powered by 3Bit